CARROZZERIE CONVENZIONATE Vittoria

Nell’ottica di garantire elevati standard di serietà e qualità dei servizi offerti al cliente, Vittoria ha selezionato nel tempo una vasta rete di carrozzerie, potendo contare oggi su un network di più di 2.000 centri di riparazione convenzionati su tutto il territorio nazionale.

QUALI sono I VANTAGGI per gli assicurati che si recano presso le strutture convenzionate?

Eccone alcuni:

Recarsi quindi presso una delle carrozzerie fiduciarie permette di usufruire di un canale preferenziale che offre la massima tempestività nell’indennizzo del danno e la garanzia della riparazione: sarà sufficiente fare la denuncia ed andare dal carrozziere. Al resto ci penserà VITTORIA, con il vantaggio di risparmiare in tempo e denaro!

Link utili per trovare il centro più vicino a te:

  1. ELENCO COMPLETO delle carrozzerie convenzionate;
  2. carrozzerie convenzionate nella città di PADOVA.

Ulteriori informazioni IN CASO DI SINISTRO quali per esempio:

Importante: Divieto di CESSIONE DEL CREDITO

In caso di sinistro, il CONTRAENTE/ASSICURATO può delegare il proprio autoriparatore di fiducia (carrozziere, officina, ecc) – anche non convenzionato con la SOCIETÀ – ad incassare direttamente il risarcimento dovuto, sottoscrivendo un’apposita dichiarazione che attesti l’importo delle riparazioni effettuate e concordate con il Perito della società.

Il contraente/assicurato non potrà cedere a terzi i crediti relativi al risarcimento del danno, a meno che Vittoria acconsenta alla cessione. La richiesta di avvalersi di un autoriparatore NON convenzionato dovrà essere inviata all’Agenzia o, in alternativa, all’ISPETTORATO che è stato incaricato della gestione del SINISTRO. Se entro 4 giorni dal ricevimento della richiesta la società non comunicherà il proprio esplicito rifiuto, il consenso si considererà acquisito e il contraente/assicurato potrà procedere a far riparare il proprio veicolo dall’autoriparatore prescelto. NB: In caso di cessione del credito non autorizzato, la società agirà nei confronti del contraente per il recupero dell’eventuale pregiudizio arrecato.